Arrediamo i tuoi sogni dal 1979
+39 0746.481440
+39 0746.481440
mobilificio2000
 mobilificio2000@gmail.com

Promo e News

PROMOZIONE BONUS MOBILI

Bonus mobili 2017: prorogato e raddoppiato per le coppie under 35

Per il bonus mobili giovani coppie la soglia massima della spesa agevolabile slitta da 8.000 a 16.000 euro, duplicando di conseguenza anche la detrazione d’imposta (essendo pari al 50% dei costi sostenuti). Il bonus viene ripartito in 10 anni. Per ciò che concerne invece i pagamenti, si richiede che vengano eseguiti sempre con un bonifico bancario o postale “parlante”, vale a dire contenente la causale del versamento, il codice fiscale del beneficiario della detrazione e il codice fiscale o la partita Iva dell’impresa.

La legge di Stabilità 2016, tra le misure a favore della casa, mette a disposizione delle giovani coppie con non più di 35 anni un nuovo bonus mobili che per la prima volta non prevede alcuna correlazione con le operazioni di ristrutturazione dell’immobile. Il bonus verrà accordato, infatti, alle coppie under 35 in riferimento all’acquisto della prima casa, trasferendo gli incentivi dal settore edilizio a quello immobiliare.

Cos’è il bonus mobili?

ll bonus mobili è una detrazione Irpef per l’acquisto di mobili e di grandi elettrodomestici, finalizzati all’arredo di un immobile oggetto di ristrutturazione. I soggetti che possono fruire del bonus sono pertanto coloro che hanno effettuato un intervento di ristrutturazione edilizia. Inizialmente il bonus era valido per le spese sostenute dal 6.6.2013 fino al 31.12.2013, successivamente è stato prorogato due volte, la prima fino al 31.12.2014, e poi fino al 31.12.2015 ad opera della recente finanziaria 2015. La detrazione spetta nella misura del 50%, nel limite massimo di spesa di € 10.000 per unità immobiliare, indipendentemente dall’importo delle spese per i lavori di ristrutturazione, e va ripartita in 10 rate annuali. La Circolare n. 29/E/2013 dell’Agenzia delle Entrate ha precisato che: l’importo massimo di € 10.000 è riferito: alla singola unità immobiliare, comprese le pertinenze; alla parte comune dell’immobile, oggetto di ristrutturazione; se il contribuente effettua interventi edilizi agevolabili su più unità immobiliari la detrazione è “riconosciuta più volte”. Beni agevolabili Mobili nuovi: letti, armadi, cassettiere, librerie, scrivanie, tavoli e sedie, comodini, divani e poltrone, credenze, materassi, apparecchi di illuminazione, grandi elettrodomestici nuovi di classe energetica A + (frigoriferi, congelatori, lavatrici, asciugatrici, lavastoviglie, apparecchi di cottura, stufe elettriche, piastre riscaldanti elettriche, radiatori elettrici, ventilatori elettrici, condizionatori), e forni con classe energetica A.

 

Estratto della Legge di Stabilità 2016: detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia, riqualificazione energetica e acquisto di mobili (commi 41-43)

  • comma 41. Al decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, sono apportate le seguenti modificazioni: a) all’articolo 14, le parole: «31 dicembre 2015», ovunque ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2016»; b) all’articolo 15, comma 1, le parole: «31 dicembre 2015» sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2016»; c) all’articolo 16, le parole: «31 dicembre 2015», ovunque ricorrono, sono sostituite dalle seguenti: «31 dicembre 2016».

  • comma 42. Le giovani coppie costituenti un nucleo familiare composto da coniugi o da conviventi more uxorio che abbiano costituito nucleo da almeno tre anni, in cui almeno uno dei due componenti non abbia superato i trentacinque anni, acquirenti di unità immobiliare da adibire ad abitazione principale, beneficiano di una detrazione dall’imposta lorda, fino a concorrenza del suo ammontare, per le spese documentate sostenute per l’acquisto di mobili ad arredo della medesima unità abitativa. La detrazione di cui al presente comma, da ripartire tra gli aventi diritto in dieci quote annuali di pari importo, spetta nella misura del 50 per cento delle spese sostenute dal 1º gennaio 2016 al 31 dicembre 2016 ed è calcolata su un ammontare complessivo non superiore a 16.000 euro. Il beneficio di cui al presente comma non è cumulabile con quello di cui alla lettera c) del comma 41.
  • comma 43. Le detrazioni di cui all’articolo 14 del decreto-legge 4 giugno 2013, n. 63, convertito, con modificazioni, dalla legge 3 agosto 2013, n. 90, sono usufruibili anche dagli Istituti autonomi per le case popolari, comunque denominati, per le spese sostenute, dal 1º gennaio 2016 al 31 dicembre 2016, per interventi realizzati su immobili di loro proprietà adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

Da un lato, viene quindi confermato uno strumento che sta dando ottimi risultati e un importante sostegno al mercato interno dell’arredamento, con risvolti positivi anche per altri settori collegati e indirettamente anche per i conti pubblici; dall’altro lato, viene introdotto un nuovo bonus dedicato alle giovani coppie che apre nuove opportunità per il settore.

Questi importanti traguardi sono frutto dell’incessante lavoro svolto a livello istituzionale da Federmobili – Confcommercio Imprese per l’Italia, in stretto coordinamento con le altre Associazioni rappresentative del settore legno arredo ed in particolare con FederlegnoArredo.

I lavori che danno diritto al bonus mobili

La detrazione spetta a condizione che sia collegata alla realizzazione di uno dei seguenti interventi:

  • manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su singoli appartamenti. Quindi la manutenzione ordinaria su singoli appartamenti non dà diritto al bonus;
  • ricostruzione o ripristino di un immobile danneggiato da eventi calamitosi, se è stato dichiarato lo stato di emergenza;
  • restauro, risanamento conservativo e ristrutturazione edilizia, riguardanti interi fabbricati, eseguiti da imprese di costruzione o ristrutturazione immobiliare e da cooperative edilizie che entro sei mesi dal termine dei lavori vendono o assegnano l’immobile;
  • manutenzione ordinaria, manutenzione straordinaria, restauro e risanamento conservativo, ristrutturazione edilizia su parti comuni di edifici residenziali.In questo caso la detrazione spetta solo per l’acquisto di mobili da destinare all’arredo delle parti comuni, come appartamento del portiere, guardiole, lavatoi ecc ….

Condizioni per fruire del bonus mobili

  • le spese per la ristrutturazione devono essere state pagate, almeno in parte, a partire dal 26.6.2012;
  • la data di inizio lavori deve precedere quella in cui si acquistano i mobili/elettrodomestici mentre non è fondamentale che le spese di ristrutturazione siano sostenute prima di quelle per l’arredo dell’immobile;
  • l’acquisto deve essere documentato da fattura, dalla quale risulta la tipologia di beni acquistati.
  • la spesa deve avvenire con bonifico, in cui sia indicato: causale versamento; codice fiscale di chi fruisce della detrazione; partita Iva o codice fiscale del venditore.
  • E’ ammesso anche l’acquisto con carta di credito o bancomat, in tal caso la data del pagamento corrisponde al giorno di utilizzo della carta. Non è invece consentito l’assegno e nemmeno i contanti.

Bonus mobili under 35

Il testo del DDL stabilità 2016, arrivato al Senato, prevede un bonus mobili slegato dalla ristrutturazione e legato invece all’acquisto della casa. L’agevolazione è riservata alle giovani coppie (in cui almeno uno dei due non supera i 35 anni), conviventi da almeno 3 anni, che acquistano una casa da adibire ad abitazione principale. L’importo dell’agevolazione, inizialmente fissato a 8.000 Euro, è stato portato a 16 mila Euro con un recente emendamento al DDL stabiltià 2016.

Altre promo e news

PROMOZIONE FORNO VAPORE ELETTROLUX

  Promozione valida per ordini dal 15 Settembre al 15 Novembre 2018 Se acquisti una cucina

PROMOZIONE FINDOMESTIC MORETTI COMPACT TASSO ZERO

Findomestic mette a Vostra disposizione un finanziamento così strutturato: Offerta di credito finalizzato valida dal 1° al

PROMOZIONE MATERASSO IN OMAGGIO

Promozione MATERASSO IN OMAGGIO Acquistando una cameretta dal 1° dicembre 2018 al 31 gennaio 2019 riceverai

BONUS MOBILI

Si può usufruire di una detrazione Irpef del 50% per l'acquisto di mobili, destinati